lunedì 30 giugno 2014

A proposito di creme: Biofficina Toscana.


Da pochissimi giorni ho terminato questa meraviglia.
"Mi ha fatto compagnia per tanti mesi, compagna indiscussa per tutte le stagioni. Ne abbiamo passate tante insieme ma rifarei da capo tutto." ho voluto fargli una piccola dedica.












 Ho voluto pormi tre quesiti, sperando di rispondere alle vostre domande.
Quello che ho scritto sopra è una breve descrizione della crema, riportato parole testuali dalla confezione.




Prevalentemente mista con tendenza acneica specialmente sulla zona fatidica (mento, naso, fronte). Sulla fronte e mento spesso e volentieri in particolari periodi (che possono essere legati allo stress o ormonali) mi compaiono alcune cisti sottocutane, che riusltano essere piuttosto grosse dolorose e fastidiose, oppure più semplicemente delle imperfezioni (brufoli e punti neri).  Ho scoperto però, a mia grande insaputa e con amarezza, che più prodotti usavo e di diversi tipi più la mia pelle si ribellava. Mi faccio capire meglio: la pelle anzichè pulirsi si sporcava di imperfezioni (passatemi il termine), si sgrassava. Ecco la causa dell'acne (considerando che fino ai 18anni non ho mai avuto tali problemi).

Avevo abbandonato (incosciamente del danno a cui andavo incontro) questa cremina, in quanto all'inizio non mi aveva dato grandi soddisfazioni. Ma da brava furba la utilizzavo in combo con altri prodotti che si sono rivelati "maledetti" per me. Quando finalmente ho trovato dei detergenti che facevano al caso mio, lo ripresa in mano e rispolverata. Pelle idratata, luminosa, setosa. Su di me ha avuto anche un potere purificante: ha prevenuto la comparsa di punti neri e brufoli (fino a che l'ormone lo permetteva), e ha seccato un minimo quelli già presenti. Era l'unica crema che riuscivo a tollerare quando per un paio di mesi sono stata vittima di una grossa dermatite sul contorno labbra. Anche se ancora non posso affermarlo con certezza in quanto ho ancora la pelle piuttosto giovane, però da quando la utilizzo con più costanza e tutti i giorni, sia sul collo che sul viso mi sento la pelle più distesa. Ho usato l'emulsione idratante Biofficina Toscana per 2 mesetti tutti i giorni sia di giorno che di notte.
 


Sono pronta per trarre le mie conclusioni. Assolutamente da apprezzare il packaging del prodotto: il beccuccio a pompetta permette all'erogatore di salire ogni qualvolta si preleva del prodotto. In questo modo si riducono gli sprechi e anche da un punto di vista igenico c'è efficacia.
La texture è leggera, non per niente è un'emulsione, si assorbe velocemente, non unge e si può tranquillamente usare come base per il make-up.  Adatta per tutte le stagione, io lo usata con costanza tutti i giorni nel periodo primaverile/estivo, ma durante l'inverno la usavo come crema giorno e mi trovavo bene. Diciamo che l'idratazione non mancava mai. Per le pelli giovani è particolarmente adatta, ma non penso ci siano limiti di età. Vi faccio anche l'esempio di una pelle particolarmente reattiva come la mia e Biofficina Toscana ne è uscita vincitrice.
L'odore è delicatissimo, un dolce mix di camomilla e rosa.

Reputo questa crema tra le migliori che abbia mai provato. In questo momento è terminata ma la riacquisterò a colpo sicuro.
Sono 16,50 euro che investite per il vostro meglio, e il portafoglio non piange.

Spero di esservi stata utile, il post è un pò lungo ma se c'è un prodotto che merita tanti elogi questo è quello giusto!
Con affetto,
Ale :*

0 commenti:

Posta un commento